Ospiti d’onore

Ospite d’onore 2019 – MAESTRO ANTONELLO FARULLI

Il Corso si avvale di una eccellente équipe di insegnanti, musicisti tra i più riconosciuti nel panorama musicale internazionale. Ospite d’onore di questa edizione è il distinto violista e musicista da camera, Maestro Antonello Farulli.

Allievo di Piero Farulli, viola del leggendario Quartetto Italiano,  e, più tardi di Mazumi Tanamura e Nobuko Imai, è uno dei più attivi violisti italiani sia in campo concertistico che didattico. Membro dell’Orchestra Giovanile della Unione Europea (EUYO), e prima viola dei Solisti Veneti, ha svolto un’importante attività concertistica che lo ha portato nelle sale più importanti del mondo. Ha, inoltre, sviluppato con passione il suo ruolo di mentore di alcuni dei migliori giovani strumentisti oggi in attività e di alcuni ensembles tra cui spicca il nome del Cuarteto Casals. Ha registrato per la Dynamic, la Stradivarius e la Tactus. La sua attività didattica lo ha portato in Europa, Svizzera, Stati Uniti e Cina. Docente della Internationale Sommerakademie presso il Mozarteum di Salisburgo e della Scuola di Musica di Fiesole, è stato, a più riprese, tutor nella Mahler Jugend Orchester, e presso l’Accademia dell’Orchestra Mozart. Recentemente ha partecipato con successo alla selezione internazionale per il posto di insegnante di Viola presso il Royal College of Music a Londra. Dopo aver insegnato per un decennio quartetto d’archi presso la prestigiosa Escuela Superior de Musica Reina Sofia è, oggi, titolare della Cattedra di Viola presso il Conservatorio di Stato “G.B. Martini” di Bologna. E’ anche autore del testo “La viola del Pensiero” e direttore artistico del Festival Sesto Rocchi, il primo in Italia dedicato a musicisti professionali e non, di tutte le età. Attualmente è Direttore dell’Accademia Europea del Quartetto in seno all’ECMA (European Chamber Music Academy), progetto della Scuola di Musica di Fiesole per perfezionare e promuovere i giovani gruppi di musica da camera.

Ospite d’onore 2018 – SIMON ROWLAND-JONES

Il Corso si avvale di una eccellente équipe di insegnanti, musicisti tra i più riconosciuti nel panorama musicale internazionale. Ospite d’onore di questa edizione è il distinto violista e musicista da camera, Simon Rowland-Jonesche è stato uno dei membri fondatori del quartetto d’archi Chilingirian, con il quale ha suonato per 10 anni. Simon è anche un compositore di talento, ben noto per le sue numerose opere di musica da camera. La sua esperienza di quartettista e di studioso è racchiusa nella sua recente edizione “urtext” dei quartetti ad arco di Haydn, pubblicato da Peters Edition. Inoltre, dal 2017, Simon Rowland-Jones è Presidente Onorario dello Xenia Chamber Music Course.

Lunedì 30 e Martedì 31 Luglio Simon Rowland-Jones terrà una masterclass aperta al pubblico e una lezione privata ai quartetti esterni al Corso. Il costo è di 250,00€ a quartetto. La quota di iscrizione include la masterclass pubblica, la lezione privata e la cena per i componenti del quartetto presso il Centro di Soggiorno di PraCatinat. Gli interessati possono mandare una mail di adesione all’indirizzo xeniacourse@gmail.com

Quartetto in residenza 2017 – Quartetto Lyskamm

Cecilia Ziano, violino | Clara Franziska Schötensack, violino | Francesca Piccioni, viola | Giorgio Casati, violoncello

Il Quartetto Lyskamm è stato fondato nel 2008 al Conservatorio di Milano ed è composto da quattro musicisti italiani. Dal 2009 al 2011, è stato allievo del Quartetto Artemis all’Università delle Arti di Berlino e ha in seguito incontrato importanti docenti tra i quali Hatto Beyerle, Johannes Meissl, Ferenc Rados, Claus Christian Schuster, Eberhardt Feltz e il Cuarteto Casals. Il Quartetto Lyskamm prosegue il proprio perfezionamento sotto la guida di Heime Müller presso l’università di Lubecca. Nel 2016 il Borletti Buitoni Trust ha assegnato al Quartetto Lyskamm il premio speciale per la musica da camera intitolato alla memoria di Claudio Abbado. Nei due precedenti anni, il quartetto ha ricevuto il premio Vittorio Rimbotti dell’Accademia Europea del Quartetto, il secondo premio e il premio speciale Pro Quartet al concorso internazionale Franz Schubert und die Musik der Moderne di Graz, il premio della Jeunesse Musicale Deutschland, la borsa di studio della Ad Infinitum Foundation ed il primo premio al concorso della Possehl Stiftung di Lubecca. Il Quartetto Lyskamm è stato ospite di numerose società concertistiche tra le quali la Società del Quartetto di Milano, Orta Festival,  il Festival Mito, l’Unione Musicale e Lingotto Musica a Torino, il Teatro Verdi di Trieste, il festival I Suoni delle Dolomiti, il festival internazionale Quatuor à Bordeaux (Francia), l’Aldeburgh Music Festival (Gran Bretagna), il Brahms Festival di Lubecca e il Rheingau Musik Festival (Germania). Ha collaborato in quintetto con Mario Brunello, Alessandro Taverna e Simone Rubino.Dal 2014 il Quartetto Lyskamm è impegnato nei progetti di ciurcuitazione promossi, in Italia e in Europa, dal Cidim (Comitato Nazionale Italiano Musica). Partecipa inoltre al progetto Le dimore del Quartetto, promosso dall’Associazione Piero Farulli. Il quartetto è in residenza per il biennio 2016-17 presso gli Amici della Musica di Padova.

Ospite d’onore 2017 – Stefan Metz

Di origini transilvane, il violocellista Stefan Metz ha studiato Conservatorio di Bucarest, perfezionandosi poi con Paul Tortetier. Una masterclass del Quartetto Amadeus lo ha condotto in Olanda, dove ha fondato l’Orlando Quartet con il quale ha svolto una carriera internazionale e inciso più di venti dischi, vincendo due volte il ‘Grand Prix du Disque’. Nel 1982 Stefan Metz ha fondato l’Orlando Festival’, festival internazionale di musica da camera nel quale, oltre al repertorio tradizionale, sono state commissionate ed eseguite in prima assoluta opere per quartetto d’archi di Schnittke, Keuris, Szollosy, Constant. Ha collaborato strettamente con Gyorgy Kurtàg, ospite regolare del Festival, eseguendo spesso le sue composizioni per numerose rassegne: Edinburgh Festival, Luzern Festwochen, Wien Modern, Festival d’Automne de Paris, Budapest Spring Festival. E’ inoltre fondatore della Dutch String Quartet Academy, accademia di perfezionamento riservata ai quartetti d’archi. Ha collaborato con musicisti quali Heinz Holliger, Nobuko Imai, Gidon Kremer, Menahem Presslee, Heinrich Schiff, Quartetto Borodin, membri del Quartetto Amadeus. Stefan Metz tiene regolarmente masterclass in Olanda, Germania, Gran Bretagna e Stati Uniti ed è sovente membro di giuria per concorsi internazionali di musica da camera (Bordeaux, Londra, Firenze, Mosca, Praga). Come violoncellista del Trio Orlando ha ricevuto nel 2003 il Jahrespreis der Deutschen Schallplattenkritik e, nel 2004, l’Edison Classical Award. Stefan Metz è stato nominato Ufficiale dell’Ordine di Orange-Nassau.

Italiano